La nascita della letteratura italiana volgare

Con la detronizzazione dell’ultimo imperatore romano Romolo Augusto nel 576 d. C. l’Italia venne invasa dai popoli germanici. Questa occupazione fu l’inizio di una divisione politica, amministrativa e linguistica. Proprio la lingua, in questo periodo di disordini, cominciò un suo sviluppo proprio, legato alle varie regioni in cui l’Italia era divisa e agli strati sociali della popolazione. I chierici, persone colte, continuarono ad usare il latino mentre i laici, che non sapevano ne leggere ne scrivere, parlavano nei vari dialetti presenti sul territorio.

Nacque così una nuova letteratura, scritta in mediolatino o latino medievale che rispecchiava una nuova civiltà, quella medievale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.